Punti di comunità. Da ottobre i territori avranno una risorsa in più ma si cercano volontari! Avvio dei corsi di formazione.
30 settembre 2015
2
Sono due i quartieri che si preparano ad accogliere i primi Punti di comunità, luoghi colorati e accoglienti pensati per diventare punti di riferimento per la salute e il benessere di tutti. Le loro porte si spalancheranno a ottobre, ma il cantiere parte da molto lontano. Anzitutto dal desiderio delle associazioni di fare comunità e essere di supporto alle persone nelle piccole pratiche della salute, dalla pressione o la glicemia da misurare, agli screening della prevenzione. Questa aspirazione del volontariato, emergendo ha incontrato l’esigenza di AUSL e Comune di Parma di essere più vicini alle persone sole sul territorio, in particolare agli anziani e ai malati cronici che, quotidianamente, richiedono un accompagnamento nel loro percorso di cura. Ma i Punti di comunità vogliono andare oltre la salute intesa in questi termini. Vogliono infatti sperimentare la socializzazione e la partecipazione come strumenti per promuovere l’agio e il benessere e alleviare la solitudine o i piccoli disagi fisici. Chi passerà dai Punti di comunità, troverà due operatori capaci di accogliere e ascoltare ma anche di proporre attività ricreative, come corsi, camminate di gruppo all’aria aperta o pomeriggi a teatro e divulgare le tante iniziative già esistenti. Luoghi innovativi che vogliono rovesciare la visione comune, perché ciascuno possa sentirsi portatore di ricchezze e di risorse e non solo di bisogni, magari attivandosi a propria volta per gli altri. Quindi non una realtà che si sovrappone ad altre; non solo uno sportello capace di dare informazioni sui servizi o offrire spunti per il tempo libero; ma un luogo dove trovare occasioni di socializzazione e partecipazione. Da ottobre spalancheranno le loro porte i presidi di via Gorizia e via Ravenna, seguirà a ruota il Punto di comunità di via Olivieri. Tutti potranno accedervi, anche solo per curiosità. Siamo solo all’inizio di una strada che l’associazionismo immagina ben più lunga. Sono già tanti i volontari pronti a partire ma se ne cercano altri: infermieri o medici in pensione ma anche semplici cittadini con il desiderio di mettere in gioco un po’ del proprio tempo libero. Perché nulla sia improvvisato, dal 30 settembre partirà un percorso formativo di 8 incontri, progettato dal volontariato, insieme a AUSL e Comune di Parma. Tanti sono i partner che stanno partecipando a questa avventura, quindici organizzazioni fra cui il Forum Cultura che ne conta altre al suo interno, Comune di Parma e Azienda USL. Per saperne di più o offrirsi colme volontario, si può contattare Simona Tedeschi, referente del progetto per Forum solidarietà: s.tedeschi@forumsolidarieta.it oppure 339.6166518.    

  1. Vorrei fare parte di questa squadra di voluntari, voglio sapere l’orario del corso di queste 8 incontri

    Elizabeth Lara

    • Gentile Lara,
      per far parte della squadra di volontari di Punti di Comunità può contattare direttamente la coordinatrice Simona Tedeschi al numero 339.6166518 o all’indirizzo email s.tedeschi@forumsolidarieta.it.
      Se dovesse aver bisogno di altro non esiti a contattarci!
      Cari saluti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *